LA GSX R 1100

Storia della Suzuki Gsx R 1100

La storia della Gsx R 1100

Gsx R 1100 G (1986)
Nel 1986, un anno dopo della Gsx R 750, viene presentata la Gsx R 1100, una sorella maggiore derivata dalla cilindrata minore. La Gsx R 1100 è stata concepita con un design a sella monoposto e un design a sella lunga per pilota e passeggero. Il motore di questa prima Gsx R 1100 è a 4 cilindri in linea a 4 tempi, raffreddato ad aria/olio e sviluppa 128 cv. La Gsx R 1100 del 1986 un monoammortizzatore posteriore Full Floater.
Nel 1989, la Gsx R 1100 viene rivoluziana nel design, subito evidente dal serbatoio e dallo scarico, ora cromato. La cilindrata della Gsx R 1100 viene portata da 1052 cm3 a 1127 cm3 e la potenza è salita a 138 cv.
Nel 1990 la Gsx R 1100 viene rivista non tanto nel design, ma nei suoi componenti, come le nuove forcelle a steli rovesciati Showa e i nuovi pneumatici. Il forcellone viene allungato e il tutto porta la Gsx R 1100 ad essere una moto più maneggevole con più tenuta.
Nel 1993 Suzuki interviene finalmente sulla Gsx R 1100 con il raffreddamento a liquido, che ha un grande contributo nel portare la moto a toccare i 155 cv all'albero. Da notare che la cilindrata è stata abbassata sino 1074 cm3 e il peso complessivo della moto è aumentato.
Dal 1993 sino al 1997, ultimo anno di produzione della Suzuki Gsx R 1100, le modifiche sulla moto sono state minime dal punto di vista estetico, dove cambiano solo le colorazioni. Per ciò che riguarda il telaio e altre componentistiche, la Suzuki ha lavorato tutti gli anni riuscendo ad avere una progressiva diminuzione del peso della Gsx R 1100.