LA GSX R 750 K9

Gsx R 750 k9

L'ORIGINALE RACE REPLICA RINASCE

Gsxr 750 k9: una moto da gare in stradaLa Suzuki Gsx R 750 k9 è equipaggiata con il quattro tempi da 750 cm3 potente, pulito ed efficiente.
Telaio pressofuso in lega d'alluminio. Gestione del motore avanzata con un sistema di iniezione elettronica dotato di mappatura selezionabile all'istante.
Sospensioni ad alte prestazioni totalmente regolabili e freno anteriore a montaggio radiale.
Prestazioni da gara delie massime categorie in un elegante modello di medie dimensioni con luci, strumenti, segnalatore acustico e specchietti per l'uso su strada.

Styling di grande impatto

Nuova Gsxr 750 k9. La Suzuki Gsxr 750 disponibile dal 2009Nel design della Gsx R 750 k9 spiccano i gruppi ottici e un'aerodinamica ancora più marcata.
La carenatura della Gsx R 750 k9 ospita tre elementi affiancati: un proiettore anabbagliante con lampada alogena Hll da 55 W in posizione centrale e due abbaglianti multiriflettore con lampada alogena HB3 da 60 W su entrambi i lati.
Quando si seleziona l'abbagliante vengono attivate tutte e tre le luci della Gsx R 750 k9, per un'illuminazione della massima ampiezza e una visibilità più profonda in curva. Gli indicatori di direzione anteriori sono integrati negli specchietti laterali, mentre gli indicatori posteriori sono integrati nel nuovo taglio di coda con sezione più sottili.
La fonte di luce dei freno e fanale posteriore sono i LED. Il serbatoio del carburante contiene 17 litri.

Ammortizzatore di sterzo dlla Gsxr 750 k9Il gruppo strumenti della Gsx R 750 k9 comprende un contagiri analogico controllato con motore passo-passo, una serie di display a cristalli liquidi (LCD) che comprendono tachimetro digitale, doppi contachilometri parziali, contachilometri parziale della riserva, orologio, lettura della temperatura refrigerante/iniezione del carburante e indicatore della marcia. Il display LCD che indica la modalità del motore visualizza l'impostazione S-DMS selezionata dal pilota.
Vi sono infine LED aggiuntivi che segnalano l'uso degli indicatori di direzione, l'innesto della folle, l'inserimento dell'abbagliante e l'ingresso in riserva.
Sulla Gsx R 750 k9 è inoltre possibile programmare un ulteriore LED affinchè indichi un regime di giri preseiezionato e funga pertanto da indicatore di cambiata.

Propulsore da 750 cm3 con tecnologie avanzate

Selettore della mappa del motore della Gsxr 750 k9Il motore da 750 cm3 della Gsx R 750 k9 è stato creato con l'uso di tecnologie sviluppate nelle competizioni mondiali. Doppio albero a camme in testa (DOHC) e quattro valvole in titanio per cilindro attuate tramite puntene a bicchierino.
Sistema d'iniezione del carburante a doppia farfalla SDTV (Suzuki Dual Throttle Valve) ed efficiente sistema di pressurizzazione diretta dell'aria SRAD (Suzuki Ram Air Direct).
Raffreddamento a liquido. Frizione antisaltellamento per contrastare la coppia frenante.
Avanzata gestione digitale del motore SDMS (Suzuki Drive Mode Selector) con un sistema di mappatura variabile che consente di scegliere al volo fra tre posizioni. Cilindri integrati nel carter superiore in lega d'alluminio e rivestiti con uno strato di nickel-carbu-ro-silicio-fosforoso, noto come SCEM (Suzuki Composite Electrochemical Material), che Suzuki ha sperimentato nelle competizioni.

Questo rivestimento migliora il trasferimento termico, la durata nel tempo e la tenuta delle fasce della Gsx R 750 k9. Il sistema antisaltellamento sperimentato in gara limita la coppia frenante della Gsx R 750 k9, riduce la pressione sui dischi della frizione in fase di decelerazione, consentendo dì scalare ed entrare in curva in modo più lineare.
In fase di accelerazione la frizione aumenta la pressione sui dischi, riducendo lo slittamento. Efficiente radiatore in alluminio della Gsx R 750 k9, incurvato e con forma trapezoidale, sembra derivato da una moto da corsa ufficiale e monta una ventola di raffreddamento che si attiva e disattiva a seconda della temperatura dei liquido di raffreddamento.

Mappatura regolabile S-DMS e iniezione SDTV, con gestione digitale del motore

Sistema SDTV Suzuki sulla Gsxr 750 k9L'ampia potenza di calcolo del sistema di gestione del motore della Gsx R 750 k9 comanda l'esclusivo sistema SDMS (Suzuki Drive Mode Selector) che, tramite un interruttore a triplice selezione montato sulla barra destra del manubrio, consente al pilota di scegliere una delle tre mappature del motore (che regolano l'iniezione del carburante e i sistemi di accensione) disponibili.
Le tre mappature della Gsx R 750 k9 sono indicate come A, B e C, e ad ognuna corrisponde una diversa erogazione di potenza del motore.
Il passaggio da una mappatura a un'altra è così istantaneo che consente al pilota di adottare una mappatura a seconda del tipo di strada, scegliendone quindi una per la guida in autostrada e un'altra per un percorso con curve e tornanti.
Al cuore del sistema di iniezione del carburante della Gsx R 750 k9 vi sono due corpi farfallati equipaggiati con doppia valvola a farfalla (SDTV), e ogni cilindro del corpo farfallato monta due iniettori. Il nuovo sistema ISC (Idle Speed Control) per il controllo del minimo migliora automaticamente l'avvio a freddo della Gsx R 750 k9 per rendere stabile il minimo nelle diverse condizioni d'uso, regolando il volume dell'aria inviata nel circuito di aspirazione in base alla temperatura del liquido di raffreddamento.
Il sistema PA1R (Pulsed-AIR) della Gsx R 750 k9 invia l'aria dal filtro aria e la immette direttamente a valle delle valvole di scarico, per bruciare gli idrocarburi (HC) incombusti e ridurre le emissioni di monossido di carbonio (CO), consentendo alla Gsx R 750 k9 di soddisfare pienamente i requisiti Euro 3 e Tier 2 sulle emissioni.

Sospensioni totalmente regolabili e ciclistica ben bilanciata

Il telaio della Gsx R 750 k9 è costruito e bilanciato per favorire la guida alle elevate velocità e per garantire la massima inclinazione in curva. È costruito tramite una precisa fusione di cinque sezioni in lega d'aliuminio, ognuna delie quali produce una specifica rigidità torsionale: l'ammortizzatore posteriore Showa consente la regolazione dei precarico, lo smorzamento del ritorno e la compressione alle alte e basse velocità, con un'escursione delia ruota posteriore di 130 mm.
Le forcelle rovesciate Showa della Gsx R 750 k9 montano steli da 41 mm e consentono non solo la regolazione dei precarico elastico e delio smorzamento del ritorno, ma ora permettono anche la regolazione dello smorzamento in compressione ad alta o bassa velocità.
Gli steli montanti sono ottimamente cromati e l'escursione della ruota anteriore è di 120 mm. I poggiapiedi regolabili in tre posizioni con un movimento di 14 mm in senso sìa orizzontale che verticale, per soddisfare al meglio le preferenze dei pilota della Gsx R 750 k9. Il pedale del freno e ia pompa secondaria della Gsx R 750 k9 si spostano assieme all'assemblaggio del poggiapiedi destro, mentre l'assemblaggio della leva del cambio può essere regolato in base agli spostamenti del poggiapiedi sinistro, li freno anteriore usa doppie pinze con doppi dischi flottanti dell'anteriore da 310 mm, al posteriore agisce un disco singolo da 220 mm.

Gsx R 750 k9
Foto Gsx R 750 k9